I peggiori ristoranti italiani

Ma davvero esistono classifiche che mettono in ordine i peggiori ristoranti italiani? Ebbene sì, ne trovate quante ne volete, riferite a Tripadvisor e non solo. La lettura di queste stroncature è molto utile e “fa cultura”, nel senso che ci insegna tantissime cose, che qui vi elenco:

  • Il cliente pensa con la sua testa. Tante volte sbaglia ed è esageratamente critico, ma tante volte ha ragione a lamentarsi
  • Una volta che si è colpiti da una recensione negativa, diventa molto difficile sia farla sparire dal web, che ricostruire una reputation solida e seria (quindi occorre PREVENIRE e fare in modo che questo non accada)
  • Una volta il cliente scontento era uno. Adesso è uno moltiplicato per le centinaia di amici che ha sui Social e a cui ha raccontato la sua pessima esperienza

Appurato quanto male possa fare un commento negativo, o l’essere additati come “peggior ristorante”, andiamo un po’ in profondità e cerchiamo di capire: per quali motivi il cliente si ritiene insoddisfatto? Anche qui si apre un mondo:

  • Il conto: considerato troppo caro rispetto a trattamento, qualità del cibo, location, tempi di attesa
  • Il cibo scadente, con porzioni troppo piccole, piatti troppo freddi
  • Il servizio non di qualità, con personale anche maleducato, o che non rispetta le norme igieniche (!)
  • L’impasto della pizza! Incredibile: asciutto, secco, indigeribile e così via… Niente da fare, gli italiani sulla pizza – giustamente – non transigono. E pare che davvero pochi locali sappiano prepararla a regola d’arte
  • Il tempo di attesa: spesso le persone lamentano di venire letteralmente abbandonate al loro destino anche per un’ora. Inaccettabile davvero.

Come direbbe un adagio, “possiamo essere molto meglio di così”. E allora attiviamoci! Se siamo stati colpiti da una critica, dopo un primo momento di rabbia iniziamo a fare un esame acritico e critico del nostro locale e chiediamoci quanto il cliente avesse ragione. C’è sempre spazio per migliorare, miglioriamo!

 

Dato che il tema è davvero “caldo”, mi piacerebbe interagire con voi lettori. Lasciatemi di seguito un vostro commento, inizieremo un dialogo certamente proficuo.

 

Ho anche preparato una serie di video dedicati alla gestione dei locali e dell’attenzione ai clienti. Volete riceverli?

Inviate una mail a info@ristopiulombardia.it precisando nel testo “Richiedo i link ai video di Jo” e ve li farò inviare subito!

Se invece volete rimanere aggiornati sui trend del momento, visitate il sito RistopiùNews, è aggiornato quotidianamente!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *