Mi presento

Mi chiamo Giuseppe Arditi, sono nato il 7 febbraio 1960 a Seregno da mamma Maria Grazia e papà Demetrio, a cui devo tutto perchè mi hanno cresciuto, coccolato ed educato in modo meraviglioso.

Sono una persona entusiasta, tenace, determinata ed energica: aspetti del mio carattere che ritengo qualità, le stesse che metto in ogni cosa che faccio.

Come tutti ho dei punti deboli: la paura del rifiuto, la paura di perdere qualcuno o qualcosa a cui tengo e, ogni tanto, il pensare di “non essere all’altezza”.

Per questo sono costantemente proteso al miglioramento. Atteggiamento che è virtù e pecca insieme, perchè a volte si hanno obiettivi così grandi da perdersi il gusto delle piccole cose quotidiane… per fortuna fino ad ora sono riuscito a raggiungerli senza “perdermi” aspetti fondamentali della mia quotidianità!

Insieme alle mie sorelle Patrizia ed Emanuela e a mio fratello Gianluigi sono cresciuto in un ambiente sereno, divertendomi e facendo tanto sport: mi piaceva pattinare, giocare a pallone, andare in bicicletta e giocare a basket o ping pong per ore e ore, specialmente in estate.

Sin da piccolissimo ho scoperto di avere “la pelle dura” ed il gusto di attirare l’attenzione … ma vi dico solo questo ed ometto i particolari!

Amavo ed amo gli animali, mi ricordo il mio primo cagnolino, si chiamava Gegia, seguito poi da un bellissimo pastore tedesco di nome Max, da Jap un pastore belga e per finire un pastore maremmano.

Ho avuto anche una gallina, bellissima, che si chiamava Cocca e mangiava il gelato ogni giorno, imboccata da me grazie ad un chiccchiaino di plastica. Ho avuto molti pulcini, anatroccoli e una voliera con tanti uccellini colorati, quaglie e tortore che curavo con passione e molta attenzione.

A scuola le mie materie preferite erano matematica, geografia e disegno; è forse per questo che poi ho frequentato Ragioneria, dove ne ho combinate di tutti i colori…
Di seguito ho frequentato diversi corsi di formazione su vari argomenti: vendita, controllo di gestione, start up aziendale, motivazionali su come gestire se stessi e gli altri. Argomenti che mi piace approfondire tutt’ora.

I miei hobby sono molti, dallo sport alla formazione, senza tralasciare i viaggi ed il piacere di “conoscere” persone, cose, fatti, città…
Si, penso che il mio hobby preferito sia viaggiare e “scoprire” nuove mondi e nuove persone.

Sarà per questo che c’è chi mi definisce uno “sportivo emozionale”.

Amo New York, dove ho corso 3 maratone, ma in generale trovo affascinanti tutte le grandi citta’: Hong Kong, Dubai, Singapore, Parigi, Londra, Canton, Edimburgo, Kuala Lumpur, New Orleans, San Fancisco e, ovviamente, Roma.

“Ci sono persone che nascono con la pappa pronta e persone che la pappa se la creano da sole”.
Vi ho raccontato della mia nascita, omettendo che la mia è una famiglia di imprenditori piemontesi. Nonostante abbia trovato una base dalla quale partire, fin da giovane mi sono rimboccato le maniche pulendo frigo, spostando bancali in cella e guidando i muletti scaricavo e caricavo i camion dei venditori di mio padre: a 8 anni già guidavo la 500 e a 11 i camion.

Impegno e determinazione che oggi metto nel mio lavoro e che infondo con motivazione alla mia squadra: sono cofondare e Presidente della Ristopiù Lombardia spa. L’azienda, nata nel 1999 con il mio socio e amico Alberto Lanzani, commercializza e distribuisce prodotti alimentari per il settore HoReCa. Sempre con Alberto nel tempo abbiamo fondato anche la Ristopiù Piemonte; la Fresco Speed, azienda di trasporti a temperatura controllata; la ARC Consulting, azienda di formazione aziendale e più recentemente l’Associazione Ursa Major Group, che senza scopo di lucro vuole portare cultura della distribuzione alimentare sul territorio nazionale riunendo sotto un unico cappello diversi grossisti.

Sono sposato con Donatella ed insieme abbiamo creato il nostro successo più grande: Sebastiano, nostro figlio.

Mi ritengo fortunato e penso sia giusto aiutare chi ha bisogno. Ci credo fermamente e per questo mi attivo sempre in prima persona e sprono amici e collaboratori nella stessa direzione.

Con Ristopiù Lombardia supporto la Fondazione Pupi tramite una raccolta fondi; abbiamo sistemato una scuola in Tibet tramite l’Associazione Padre Poljcard ; inoltre con l’adozione a distanza ad ogni nostro collaboratore abbiamo affidato un bambino argentino da crescere.

Sono Giuseppe, ma amo firmarmi semplicemente Jo.

Mi puoi contattare anche su:
Facebook: Giuseppe Arditi
Twitter: @giuseppearditi
Linkedin: Giuseppe Arditi

I commenti sono chiusi.